SITO IN AGGIORNAMENTO: CONSULTARE LA NUOVA HOME CLICCANDO SUL LOGO DEL PARCO

Logo Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi

home

 

Ente Parco
Pianificazione
Progetti
Opere pubbliche
Fossil Free
Recupero malghe
Studi & ricerche
Educazione / Formazione
Albo dell'Ente
Perimetrazione
Leggi e regolamenti
Due parole con...
Due domande (FAQ)

Il Parco » Interventi e progetti

Carta qualità del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi

 

E-mail: carta.qualita@dolomitipark.it

Progetto realizzato con il contributo dell'Unione Europea,
programma Leader II - Fondo FESR

 

Cos'è la "Carta qualità"

La presenza di un Parco Nazionale è certamente un "valore aggiunto" per le imprese del settore agricolo, turistico ed artigianale che si trovano nell'area.
La legge quadro sulle aree protette prevede che il parco possa segnalare ai fruitori, attraverso il suo logo, i prodotti (agricoli ed artigianali), gli alberghi, le aziende agrituristiche che rispettano determinati requisiti di qualità del servizio e di tutela dell'ambiente.
Per attuare concretamente quest'azione di promozione socio-economica locale è nato il progetto "carta qualità", realizzato dal Parco con il cofinanziamento dell'Unione Europea attraverso il programma Leader II.
La "carta qualità" è un documento nel quale vengono inseriti, e quindi segnalati a turisti e residenti, le attività di servizio e le produzioni più strettamente legate al "sistema parco" e che rendono l'area un territorio unico al mondo.
Si tratta di un'iniziativa di "marketing territoriale", intesa a promuovere il territorio del parco nel suo complesso, costituito da animali, fiori, montagne e paesaggi, ma anche da strutture turistiche di qualità per accogliere i visitatori, da prodotti agricoli tipici, da produzioni artigianali tradizionali.

A cosa serve
La carta qualità ha due funzioni:

  • Garantisce la qualità a chi visita il Parco: chi viene segnalato rispetta degli standard ufficiali e contribuisce alla qualità del "prodotto parco";
  • Promuove gli operatori del territorio: la carta è pubblicizzata e chi viene segnalato sulla carta acquista visibilità.

A chi serve
La "carta qualità" deve promuovere il territorio nel suo complesso, è quindi prevista la segnalazione di tutte le attività economiche che si svolgono entro il parco e nelle sue immediate vicinanze; queste attività imprenditoriali sono state ripartite in 6 "aree di intervento":

  • Turismo (agriturismo, ricettività alberghiera, rifugi, bed & breakfast);
  • Attività di educazione ambientale ed escursionismo;
  • Produzioni agroalimentari (prodotti tradizionali, da agricoltura biologica, a DOP e IGP);
  • Produzioni artigianali tipiche;
  • Servizi commerciali;
  • Eventi, sagre, feste e manifestazioni varie.

Come funziona
Per ogni settore produttivo sono stati elaborati dei Protocolli: documenti che stabiliscono i requisiti di qualità e di tutela dell'ambiente che l'attività economica deve rispettare per potersi fregiare del marchio del Parco.
Chiunque voglia associare la propria attività economica al marchio del parco presenta una richiesta all'Ente Parco, che verifica la rispondenza ai criteri stabiliti nei protocolli e rilascia il logo.
I prodotti e i servizi inseriti nella carta qualità beneficiano delle attività di promozione curate dall'Ente Parco a livello locale e nazionale quali: la stampa di un pieghevole in distribuzione gratuita, la segnalazione delle aziende nel notiziario del Parco (inviato gratuitamente a tutte la famiglie dei 15 Comuni del Parco), la partecipazione a Fiere locali e nazionali (come il "SANA" di Bologna o il "Salone del Gusto" di Torino), l'inserimento nel sito Internet del Parco (visitato da oltre 30.000 persone l'anno).

Come è stata ideata
I Protocolli per la concessione dell'uso del marchio del parco sono basati su criteri e parametri che consentono di:

  • determinare il livello qualitativo dell'offerta;
  • valutare il grado di rispetto dell'ambiente;
  • valutare l'integrazione dei prodotti e dei servizi offerti con il patrimonio ambientale, storico e culturale locale.

Per ciascuna attività produttiva sono stati definiti dei "Requisiti Obbligatori", sono quelli minimi necessari per poter usufruire del marchio del Parco.
Nel caso delle attività turistiche sono previsti anche dei "Requisiti Facoltativi, associati ad un sistema di punteggio che permette di distinguere le strutture ricettive in 5 classi (analogamente a quanto avviene con le "stelle" degli alberghi).


Il nuovo sistema “Carta Qualitá”

UNA REVISIONE NECESSARIA
A 5 anni dalla prima stesura si è reso necessario riformulare i disciplinari di “Carta Qualità”.
Il sistema di concessione d’uso del logo del Parco, ai sensi dell’art. 14, comma 4, della L. 394/91, va infatti adeguato alla luce dell’esperienza maturata in questo periodo, che è servita per creare un gruppo “forte” di aziende (a novembre 2006 sono oltre 170) che vedono nel Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi un’opportunità per lo sviluppo sostenibile dell’area.
L’attuale gruppo di aziende è piuttosto eterogeneo e il sistema di concessione del marchio oggi vigente non consente di differenziare, in modo sufficientemente chiaro, realtà che si impegnano con “intensità” diversa nel contenimento degli impatti ambientali e/o nella promozione dell’identità e delle finalità del Parco.
Allo stesso tempo vi sono realtà aziendali che aspirano ad una collaborazione con il Parco, pur non appartenendo a questo contesto territoriale.
Per questi motivi si è pensato di articolare il sistema su tre livelli, denominati:

Campanula d’oro
Campanula d’argento
Amici del Parco

Nella prima fascia rientrano i prodotti e servizi, realizzati od erogati nell’area dei 15 Comuni del Parco, che possono vantare una certificazione ambientale di parte terza (agricoltura biologica, Ecolabel, ISO 14000, Emas). Questi prodotti e servizi sono identificati dalla dicitura “sapori del Parco” (con l’aggiunta della indicazione “BIO” nel caso delle produzioni agroalimentari) accompagnata da una campanula d’oro.
Possono accedere alla prima fascia le seguenti tipologie di prodotti e servizi (per ciascuna delle quali è stato predisposto un disciplinare specifico) :

  • Prodotti agroalimentari
  • Prodotti artigianali
  • Servizi turistici

Nella seconda fascia rientrano prodotti e servizi, ottenuti od erogati nei 15 Comuni del Parco, che rispettano disciplinari, elaborati dall’Ente Parco, con i quali si definiscono precisi requisiti di tutela ambientale e di qualità del prodotto/servizio. Il rispetto dei disciplinari è controllato da personale dell’Ente Parco attraverso visite ispettive. Questa “fascia” costituisce una sorta di “incubatoio” per le aziende agroalimentari, artigianali e di servizi ricettivi turistici che possono, nel tempo, transitare ad un sistema più evoluto con certificazione di parte terza. Le aziende di questa fascia sono identificate dalla dicitura “sapori del Parco” accompagnata da una campanula d’argento.
Possono accedere alla seconda fascia le seguenti tipologie di prodotti e servizi (per ciascuna delle quali è stato predisposto un disciplinare specifico) :

  • Prodotti agroalimentari
  • Prodotti artigianali
  • Servizi turistici
  • Servizi di ristorazione (menù del Parco)
  • Attività commerciali

Nella terza fascia rientrano le aziende fornitrici di servizi (quali esercizi commerciali, ristoranti, agenzie di viaggio) che non necessariamente si trovano nei 15 Comuni del Parco, ma che collaborano con l’Ente nel raggiungimento degli obiettivi istituzionali di conservazione delle risorse naturali non rinnovabili e di sviluppo socio-economico sostenibile. Queste aziende possono essere una sorta di “ambasciatori” del Parco presso grandi centri urbani in Italia e all’estero, oppure sponsor di singoli progetti, eventi od iniziative dell’Ente Parco.
In questo ambito sono valorizzate esperienze di grande compatibilità ambientale e sociale che condividono la “mission” istituzionale del Parco. Le aziende di questa terza fascia sono identificate dalla dicitura “Amici del Parco”, accompagnata da una campanula viola.
Nella terza fascia rientrano anche gli eventi (fiere, sagre, gare sportive) e le manifestazioni culturali organizzati sia nel territorio dei 15 Comuni del Parco sia al di fuori di esso, nonché le attività di educazione ambientale realizzate nello stesso ambito territoriale. Per tutte queste attività ricreative, sportive e culturali il relativo disciplinare serve per la concessione del patrocinio del Parco. Nel caso in cui l’evento o il programma di educazione ambientale siano conformi al disciplinare potranno fregiarsi della dicitura “Con il patrocinio del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi” ed utilizzare il logo ufficiale dell’Ente Parco.
Possono accedere alla terza fascia le seguenti tipologie di servizi (per ciascuna delle quali è stato predisposto un disciplinare specifico):

  • Attività commerciali (Amici del Parco)
  • Servizi di ristorazione (menù del Parco) (Amici del Parco)
  • Servizi di Educazione ambientale (Patrocinio)
  • Eventi e manifestazioni (Patrocinio)

Quadro sinottico delle tipologie di prodotti e servizi, relative fasce di applicazione del sistema carta qualità e protocolli collegati.

Tipologia di prodotto o servizio Fascia A
Campanula d’oro
Fascia B
Campanula d’argento
Fascia C
Amici del Parco
Prodotti agroalimentari P_749_M04_AB P_749_M04_AB n.a.
Prodotti artigianali P_749_M03_AB P_749_M03_AB n.a.
Servizi turistici P_749_M05_A P_749_M05_B (*) n.a.
Servizi di ristorazione (menù del Parco) n.a. P_749_M06_B P_749_M06_C
Attività commerciali n.a. P_749_M09_B P_749_M09_C
Servizi di Educazione ambientale n.a. n.a. P_749_M07_C
Eventi e manifestazioni n.a. n.a. P_749_M08_C (**)

(*) e allegati P_749_M05_B_ALL01 e P_749_M05_B_ALL02
(**) e allegati P_749_M08_C_ALL01
n.a.: non applicabile

 

 

 

 

 

 

Carta qualità
  I Disciplinari
  Le aziende
Sviluppo rete ricettiva sostenibile
Agenda 21
Progetto LIFE - AgEMAS
Biodiversità coltivata
Progetto speciale Fauna
Aquila nelle Alpi orientali
Reintroduzione marmotta
Salvaguardia e monitoraggio dell'avifauna del Parco

Copyright © Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi - info@dolomitipark.it - tel. 0439 3328 - fax 0439 332 999 - Contatti - Credits