Agricoltura
Slide fotografica
CondividiFacebookTwitterGoogle+LinkedInemail
Home » Ente gestore » Progetti di sviluppo » Agricoltura » Il database delle Antiche Cultivar

Pér spada

Peri

Scheda agronomica

Altezza e portamento della pianta: vigoroso

Fusto e rami:

  • Colore del fusto: grigio cinerino
  • Colore dei rami di un anno: marrone
  • Presenza di lenticelle sui rami
  • Colore delle lenticelle: crema

Caratteristiche della corteccia del fusto:

  • Sfaldamento a placche, a grana grossolana nelle parti vecchie
  • Presenza di fessure longitudinali
  • Presenza di muschio e di licheni
  • Rami con sezione più o meno rotonda
  • Corteccia rugosa e pelosa in rami di un anno.

Foglie:

  • Forma della lamina: ovata
  • Tipo di foglia: semplice
  • Apice fogliare: acuminato
  • Base della foglia: arrotondata
  • Margine fogliare: seghettato
  • Nervature: penninervia, nervi laterali non raggiungenti il margine fogliare
  • Inserzione della foglia: picciolo lungo
  • Colore della pagina fogliare superiore: verde scuro e lucido
  • Colore della pagina fogliare inferiore: verde chiaro
  • Pagina fogliare superiore: glabra
  • Pagina fogliare inferiore: vellutata
  • Dimensione della lamina fogliare:
    1. Lunghezza: 5-5.5 cm
    2. Larghezza: 4.5-4.6 cm

Fiori ed infiorescenze:

Fioritura ai metà aprile dopo l'emissione delle foglie e scalare nell'infiorescenza.
Fiore a corimbo semplice con 5 sepali verde chiaro e 5 petali bianchi.
Profumo intenso di "olio fritto", poco gradevole.

Frutto:

  • Epoca di raccolta: 4^ settimana di ottobre
  • Epoca di conservazione: due mesi
  • Epoca di consumo: fino a Natale
  • Pezzatura:
    1. Altezza: 8.5-11.5 cm
    2. Diametro centrale: 5.5-7.8 cm
    3. Peso: 115-280 gr
  • Forma: calibassiforme
  • Simmetria o profilo equatoriale: circolare
  • Peduncolo: medio
  • Cavità peduncolare: poco profonda
  • Calice: aperto ed appiattito
  • Cavità calicina: poco profonda
  • Buccia:
    • Colore di fondo: verde/giallo
    • Colore delle lenticelle: marrone
    • Pigmentazione: bassa
    • Presenza di lenticelle: bassa
    • Presenza di ruggine e patologie
    • Caratteristiche al tatto: liscia
    • Spessore: sottile
  • Polpa:
    • Colore: bianca
    • Caratteristiche: buona consistenza, croccante, zuccherina, aromatica, presenza di cellule pietrose
    • Numero di semi: 8-5-10

Aspetti agronomici:

  • Ciclo vegetativo:
    • Ingrossamento delle gemme e ripresa vegetativa: inizio marzo
    • Schiusura parziale delle gemme: fine marzo
    • Schiusura totale delle gemme: metà aprile
    • Fioritura: inizio: 15 aprile; piena: 25 aprile
    • Maturazione del frutto: ultimi ottobre
    • Caduta delle foglie: metà novembre
    • Riposo vegetativo: metà novembre
  • Produttività:
    • Produttività per pianta: 100 kg
    • Modalità di conservazione: in casse in cantina
    • Modalità di consumo: fresco e al forno
  • Tolleranza alle avversità:
    • Danni da freddo/caldo: no
    • Malattie di origine vegetale: ticchiolatura
    • Malattie di origine animale: no

Testimonianze

I files audio delle testimonianze
Vengono allegati alcuni brani significativi delle interviste condotte da Nadia Breda e Barbara De Luca nel corso delle ricerche etnobotaniche.
Si riporta di seguito una breve sintesi del contenuto dei diversi brani.

  • Vecchie varietà di mele e pere (mp3 - 02:23 - 428kb)
    L'anziana interlocutrice, intervistata nella cucina di casa sua, descrive alcune vecchie varietà di mele e pere che ricorda di aver visto e ne illustra le caratteristiche. Cita in particolare i pér Canarìn, i pér da le Tharpe e i pér Torondèi.

  • Il ruolo dell'emigrazione nella creazione delle varietà di mele e pere (mp3 - 15:36 - 2,6Mb)
    L'interlocutore incontrato descrive e disegna alcune vecchie varietà di mele e pere di cui ricostruisce anche la singola storia. Molti esemplari che lui ricorda di aver visto (molti dei quali oggi non sono più rintracciabili) erano varietà importate da suo padre o da altri emigranti dall'America, e dall'Africa. Nomina in particolare le seguenti varietà: i pér Anguriéta, pér de Agosto, pér Sangonèi, pér e pón de Pin, pér Thucherìn, pón de l'Òio, de santa Anna, Americani, dell'inverno, pér de la Mèrdha.

  • Gestione di vecchi meli e peri (mp3 - 7:19 - 1,2Mb)
    L'interlocutrice, intervistata nella sua casa, racconta delle piante che aveva nei suoi campi, di come erano curate e dell'uso che ne facevano. Descrive le caratteristiche delle varietà di pér Spada, pér del Diàol, pér de la Favorita, pér de san Piero, pér Moscatèi.

  • Gli innesti (mp3 - 7:29 - 1,2Mb)
    L'interlocutore, intervistato mentre eseguiamo un percorso nei suoi campi, dove si trovano le piante di cui ci parla, descrive come praticasse gli innesti, quali fossero le piante innestate e coltivate già da suo padre e quali le sue, le modalità di rifornimento del supporto selvatico per la pratica dell'innesto. Racconta di ogni pianta descrivendola dal vivo, e ricordando altre piante non più presenti ma di cui ricorda la “biografia” particolare di ognuna.

  • I fagioli (mp3 - 10:11 - 1,7Mb)
    L'interlocutrice racconta delle sue produzioni di fagioli mentre ce li mostra estraendoli da grandi sacchetti dove li conserva. Racconta e confronta i fagioli di Lamon e i fagioli gialét , descrive le cure che vi dedicavano al momento della semina e in quello della raccolta, lo scambio delle sementi, le modalità di conservazione e i problemi di ibridazione dei semi. Conclude parlando dell'”occhio del fagiolo”.
Fotografie del Pér spada
Fotografie del Pér spada
Fotografie del Pér spada
Fotografie del Pér spada
Illustrazione Pér spada
Illustrazione Pér spada
2017 © Ente Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi
Piazzale Zancanaro, 1 - 32032 Feltre (BL)
Tel 0439/3328 - Fax 0439/332999
E-mail: info@dolomitipark.it - Posta certificata
Siamo certificati ISO 9001 - 14001 - EMAS EMAS Regione Veneto