Educazione ambientale
Slide fotografica
CondividiFacebookTwitterGoogle+LinkedInemail
Home » Ente gestore » Educazione ambientale » A scuola nel Parco

Attività per la scuola secondaria di secondo grado

Anno scolastico 2017-2018

Per le scuole: medie superiori

Corsi e attività proposte:

  • Inizio d'anno nel parco: escursione guidata con giochi di conoscenza (per le classi prime) I valori del Parco e la nuova Scuola che si comincia: percorso educativo tra la ricca biodiversità del Parco a quella delle nuove classi prime. Sentieri consigliati: Valle del Mis, Vedana e Masiere, Piave, Val Canzoi, Val Cordevole, Val San Martino.
  • Il Centro di Educazione Ambientale del Parco in Val Canzoi. Temi trattati: Biodiversità e ambienti del Parco, il valore della conservazione e della tutela della natura. Percorso sensoriale accessibile anche a disabili motori e a non vedenti. In caso di maltempo: attività presso il CEA con diversi sussidi ludico-didattici.
    Presenti anche i servizi igienici.
  • Il Centro di Educazione Ambientale del Parco e il Museo Etnografico di Seravella. Due strutture di cultura e scoperta da esplorare e vivere in una giornata tra vita della natura e degli uomini. Temi trattati: la natura del Parco oggi, i mestieri, le tradizioni e la vita di ieri. Possibilità di svolgere le attività anche in caso di maltempo. Costo ingresso al Museo non incluso nel contributo Parco.
  • Zoologia del parco: classificazione, etologia, status. Temi trattati: panorama sulla Fauna del Parco con approccio scientifico. Animali e attività umane nel Parco. Sentieri consigliati: Val Canzoi, Val San Martino, Val Cordevole, Valle del Mis, Val dell'Ardo, Val Scura e Val Veses.
  • SOS anfibi: come si diventa rospisti. Temi trattati: classificazione degli importanti e fragili Anfibi del Parco. Logistica e organizzazione delle attività dei Rospisti. Sentieri consigliati: Val del Mis, Val Canzoi, Polpet, zona Pedemontana, tra Piave e torrenti del Parco.
  • Gli Invertebrati: il mondo piccolo di tanti animali del Parco. Temi trattati: Zoologia, etologia, ambienti, fonti di cibo, curosità, paure e utilità per l'uomo. Sentieri consigliati: Val Veses, Val Canzoi, Val di Lamen, Val San Martino, Piave, Col di Roanza, Monte Avena.
  • Acqua bene comune del Parco. Temi trattati: la risorsa più preziosa, gli ambienti più fragili, il futuro più importante. Ecologia, natura e tutela. Sentieri consigliati: Val Veses, Valle del Mis, Val Canzoi, Val Medon e Val dell'Ardo, Val Cordevole, Piave.
  • Biondicatori, bioaccumulatori, specie ombrello, liste rosse.  Temi trattati: suoli, aria, acqua e ambienti necessitano di controlli, studi e ricerche. La qualità del Parco da ricercare con metodo scientifico. Sentieri consigliati: Valle del Mis, Val Cordevole, Val Canzoi, Val Scura e Val Veses, Val Medon e Val dell'Ardo, Piave.
  • La flora del Parco: botanica e conservazione Alla scoperta di fiori ed erbe, elementi della biodiversità speciale del Parco. Temi trattati: tutela, buone pratiche e sviluppo sostenibile. Sentieri consigliati: Val Canzoi, Val di Lamen, Val Veses, Vedana e Masiere. Museo Naturalistico del Parco a Belluno (dedicato alla flora e vegetazione dell'area protetta).
  • Turismo sostenibile, turismo slow, turismo di qualità. Temi trattati: il valore delle Aree Protette e dello sviluppo ragionato, le forme di turismo di qualità, dolci e slow, l'analisi dello status quo nelle Dolomiti Bellunesi. Sentieri consigliati: Valle del Mis, Valle Imperina, Val Veses, Val Cordevole, Monte Avena, Val Pramper, Valle dell'Ardo, Piave e Pedemontana del Parco.
  • Il Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi patrimonio dell'umanità Unesco. Temi trattati: geologia, geomorfologia e paesaggio, le motivazioni della denominazione UNESCO. Sentieri consigliati: Valle del Mis, Val Cordevole, Monte Avena, Valle Medon e Val dell'Ardo, Vedana e Masiere.
  • Io lavoro nel Parco. Temi trattati: Carta qualità, prodotti e aziende, mestieri e artigiani. L'economia sostenibile attorno al Parco. Sentieri consigliati: visita a strutture, aziende e artigiani del Circuito Carta Qualità del Parco.
  • La lettura del territorio, del paesaggio, delle carte. Topografia e geomorfologia applicate all'orienteering e alla lettura delle carte. Tra geografia del Parco e cartografia. Sentieri consigliati: Valle del Mis, Val Cordevole, Val Pramper, Monte Avena, Val di Lamen, Valle dell'Ardo.
  • Obiettivo natura: percorsi di fotografia naturalistica nel Parco Segreti e tecniche per fotografare la biodiversità del Parco al meglio, senza disturbo, e con la curiosità del naturalista. Sentieri consigliati: Val Canzoi, Valle del Mis, Val Cordevole, Piave, Val Veses, Val dell'Ardo.
  • Ciaspolate sulla neve nel Parco. Ciaspolate guidate nel Parco per scoprire lo sport più bello, leggendo forme e paesaggio nella neve. Sentieri consigliati: Monte Avena, Val Pramper. Possibilità di noleggio ciaspe (costo non incluso nel contributo Parco).
  • Soggiorno verde nel Parco 2 giorni e 1 notte oppure 3 giorni e 2 notti. Per scoprire il Parco lentamente, e condividere emozioni e attività con tutti i compagni. Strutture consigliate nel Parco: Casa al Frassen Val Canzoi, Ostello Altanon Val Veses, Ostello Valle Imperina. Area bungalow Pian Falcina Valle del Mis, Rifugi del Parco, Alberghi Carta Qualità Parco,
  • Tema libero sul Parco a richiesta dell'insegnante. Costruiremo l'attività assieme, con finalità e obiettivi didattici condivisi, per creare un itinerario su misura in base al tema.

Numero di partecipanti per corso
Il numero massimo di partecipanti per ciascun corso, seguito da 1 Guida, è di 29 alunni. Oltre questo numero è obbligatorio richiedere in ogni caso un altro corso con un'altra Guida coinvolta. Nel caso di gruppo numeroso, ciascun gruppo-classe sarà diviso in maniera omogenea tra le Guide presenti, e ciascuna Guida seguirà in modo autonomo il proprio gruppo

Quando?
Meteo permettendo, le attività in ambiente si potranno svolgere durante tutto l'anno scolastico. Guide e Insegnanti definiranno assieme il periodo più adatto per l'escursione in base al tema scelto.

Segnalare esigenze particolari
Gli Insegnanti dovranno informare la Guida Mazarol incaricata se ci sono partecipanti (tra gli allievi o tra gli Insegnanti accompagnatori) che hanno difficoltà di movimento. La proposta di escursione potrà così offrire un percorso adeguato e alla portata delle capacità di tutti i partecipanti, senza lasciare a casa nessuno!

Linee guida delle attività
Le attività in classe e in escursione non saranno solo informative-divulgative, ma sempre varie, pratiche e ludico-didattiche, in modo da coinvolgere attivamente tutti i partecipanti. L'obiettivo sarà di far riflettere sulle buone pratiche del Parco da assumere come proprie, nello spirito dell'educazione ambientale e dello sviluppo sostenibile.
Le attività potranno essere strutturate in maniera diversa:

  • un'escursione guidata nel Parco di mezza giornata o di una giornata intera
  • due incontri: escursione guidata nel Parco + un laboratorio in classe di 2 ore
  • tre incontri: una lezione in classe di 2 ore + escursione guidata nel Parco + un laboratorio in classe di 2 ore
  • soggiorno verde: due o tre giorni (con uno o due pernotti) nel Parco, con escursioni, laboratori e passeggiata serale
  • un laboratorio di 2 ore in classe

Mobilità sostenibile
Molti percorsi sono raggiungibili non solo dallo Scuolabus o pullman privato, ma anche da treno, autobus e corriera di linea, o a piedi. Le Guide Mazarol forniranno supporto e informazioni per realizzare l'escursione con la mobilità sostenibile, un ulteriore aspetto educativo e formativo per tutti i partecipanti alle escursioni nel Parco.

Alternative in caso di maltempo
Se il maltempo è previsto con sufficiente anticipo si rinvierà l'escursione nel Parco individuando una nuova data assieme. È necessario che la Scuola informi la ditta che si occupa del trasporto della classe di tale eventualità.

Se il maltempo non è prevedibile, si potrà svolgere un laboratorio ludico-didattico-pratico in classe, oppure, utilizzando il mezzo di trasporto previsto, visitare e svolgere attività presso una delle diverse strutture del Parco, come il Centro di Educazione Ambientale del Parco in Val Canzoi (vi arrivano pullman e scuolabus con lunghezza max di 10 metri), il Centro Culturale Piero Rossi di Belluno e il Museo Etnografico di Seravella di Cesiomaggiore (biglietto di ingresso di 1 euro a partecipante; gli Insegnanti hanno la gratuità).

Responsabilità
Tutte le attività sono coperte da assicurazione RCT. Si ricorda, comunque, che le Guide hanno compiti educativo - naturalistici e sono responsabili dell'attività di accompagnamento in ambiente. Il controllo degli alunni, sia a scuola, sia durante le escursioni, è a carico degli Insegnanti che dovranno essere sempre presenti durante lo svolgimento di tutte le attività.

Si prega di leggere e trasmettere a tutti i partecipanti le note logistiche su abbigliamento, attrezzatura e norme di comportamento che saranno inviate al'insegnante referente prima dello svolgimento delle attività.

Controllo qualità
Per una migliore qualità dei servizi forniti e per verificare la buona riuscita delle attività proposte, le Guide consegneranno un rapido questionario dell'Ente Parco agli Insegnanti, per raccogliere impressioni sull'attività svolta e suggerimenti per le proposte future. Si ringraziano sin da ora i Signori Insegnanti per la collaborazione prestata in questa importante fase di verifica.

Per informazioni e per programmare le attività di educazione ambientale nel Parco su misura per la vostra scuola:

Guide naturalistico-ambientali Mazarol - 329.0040808 - guide.pndb@gmail.com

Provincia: Belluno  Regione: Veneto
Durata: Mezza giornata, Una giornata, Più giorni
Max. partecipanti: 29
Organizzatore: Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi
Val Falcina Master Governance - escursione
Val Falcina Master Governance - escursione
(foto di Archivio PNDBL)
 
2017 © Ente Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi
Piazzale Zancanaro, 1 - 32032 Feltre (BL)
Tel 0439/3328 - Fax 0439/332999
E-mail: info@dolomitipark.it - Posta certificata: entepndb@postecert.it
Siamo certificati ISO 9001 - 14001
Regione Veneto