Ente gestore
Slide fotografica
CondividiFacebookTwitterGoogle+LinkedInemail
Home » Ente gestore » Piano del Parco » Le attività possibili

Le attività forestali

All'interno dell'area protetta convivono differenti situazioni: demanio statale, demanio regionale, boschi comunali, boschi soggetti ad uso civico, boschi privati. Il fatto che la maggior parte dei boschi del Parco sia inserita nelle Riserve Statali istituite negli anni '70 e sia gestita dall'ex Asfd secondo criteri molto conservativi costituisce per l'area protetta un notevole punto di forza.
Il Piano indica quale strategia complessiva per i boschi demaniali l'effettuazione di conversioni e tagli colturali solo in aree localizzate di non difficile accesso. Per la parte restante si suggerisce, quale norma generale, l'abbandono all'evoluzione naturale. Quanto ai boschi privati, che costituiscono una componente minoritaria, il Piano riconosce che rappresentano una importante fonte integrativa di reddito per le popolazioni che abitano il settore meridionale del Parco e ne ritiene necessario un Piano di riassetto.
Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l'Europa investe nelle zone rurali
PSR Veneto Programma di Sviluppo Locale 2014-2020
Sottomisura 19.2, intervento 7.5.1 Infrastrutture e informazione per lo sviluppo del turismo delle aree rurali del Progetto Chiave 03 – Turismo sostenibile nelle Dolomiti UNESCO – Misura 7 Servizi di base e rinnovamento dei villaggi nelle zone rurali
2019 © Ente Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi
Piazzale Zancanaro, 1 - 32032 Feltre (BL)
Tel 0439/3328 - Fax 0439/332999
E-mail: info@dolomitipark.it - Posta certificata: entepndb@postecert.it
Siamo certificati ISO 9001 - 14001
Regione Veneto