Flora
Slide fotografica
CondividiFacebookTwitterGoogle+LinkedInemail
Home » Natura e storia

La Flora

Una delle principali motivazioni scientifiche della nascita del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi è la grande ricchezza e rarità della sua flora. Fin dal 1700 le Vette di Feltre, e anche il M. Serva, godettero di meritata fama e furono visitate da alcuni tra i maggiori botanici del tempo.
La British Library di Londra conserva il Codex Bellunensis, prezioso erbario figurato degli inizi del 1400, che illustra e descrive piante raccolte da botanici-farmacisti sulle montagne che oggi fanno parte del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi.
La flora vascolare (piante con fiori ed altre, come le felci, dotate di radici, fusto e foglie) ha una consistenza di circa 1.400 entità (1/4 della flora dell'intero territorio nazionale) e tra queste non sono poche quelle che meritano di essere ricordate perché endemiche, rare, o di elevato valore fitogeografico.
La parte più meridionale è la più ricca in quanto meno devastata dalle glaciazioni e sono quindi potute sopravvivere specie antiche. Molto numerose sono le presenze localizzate di specie rare o che qui si trovano al confine del proprio areale. Oltre al contingente alpino propriamente detto (e in particolare di quello orientale), boreale ed eurasiatico - temperato, ben rappresentate sono le specie a gravitazione orientale (illiriche, pontiche, sud-est europee) e quelle delle montagne circummediterranee (mediterraneo-montane).

Scopri i nomi delle piante del Parco

In collaborazione con il Dipartimento di Scienze della Vita dell'Università di Trieste, il Parco ha realizzato due strumenti elettronici per identificare la flora:

- una chiave digitale per non esperti, che consente di dare un nome alle specie osservate grazie ad un sistema semplice, intuitivo ed interattivo

- una applicazione per smartphone che, una volta scaricata sul telefonino, può essere utilizzata anche in assenza di connessione di rete (caso frequente durante le escursioni in montagna).

Scarica l'App per Android
Scarica l'App per IOS

Tutti gli strumenti digitali di classificazione sono stati realizzati nell'ambito del progetto Dryades, branca italiana del progetto europeo "Key to Nature",  e sono parte del progetto di monitoraggio e conservazione della biodiversità in ambiente alpino" finanziato dal Ministero dell'Ambiente.

Campanula morettiana
(foto di Gianni Poloniato)
Lunaria
(foto di Enrico Vettorazzo)
Cypripedium calceolus
(foto di Franco Rachello)
Saxifraga burserana
(foto di Enrico Vettorazzo)
Alyssum ovirense
(foto di Gianni Poloniato)
2017 © Ente Parco Nazionale delle Dolomiti Bellunesi
Piazzale Zancanaro, 1 - 32032 Feltre (BL)
Tel 0439/3328 - Fax 0439/332999
E-mail: info@dolomitipark.it - Posta certificata: entepndb@postecert.it
Siamo certificati ISO 9001 - 14001
Regione Veneto